In Biblioteca, i segnalibri della solidarietà

I segnalibri della solidarietàSi svolgerà mercoledi 11 maggio l’iniziativa “I segnalibri della solidarietà” progetto dell’Unicef organizzato anche grazie alla collaborazione con la Biblioteca Civica di Cosenza.
Il progetto è stato realizzato dall’Istituto Comprensivo V “Don Milani- De Matera” di Cosenza diretto da Immacolata Cairo Cosa. Mariolina Pagliusi è la docente referente del progetto “I segnalibri della solidarietà” mostra solidale a favore del progetto Unicef “Tutti a scuola” le cui azioni mirano a favorire programmi di istruzione e protezione nei paesi martoriati dai conflitti, affinché i bambini possano frequentare la scuola in sicurezza e serenità. Nel corso dell’evento saranno eseguito brani musicali a cura della Scuola d’Arte Musikè di Cosenza I segnalibri sono stati realizzati dai bambini delle scuole dell’infanzia e primaria dell’Istituto Comprensivo V e dai genitori dei bambini della scuola dell’infanzia “Rodari”. Hanno collaborato inoltre: l’I.C. III Via Negroni, il Liceo Statale Lucrezia della Valle, numerosi sostenitori e volontari Unicef. L’evento si svolgerà l’11 maggio dalle 16,30 alle 19,30 (l’iniziativa va ad inserirsi anche nel mese del Maggio dei libri 2016) nel Chiostro Biblioteca Civica. L’Istituto Comprensivo V porta avanti da più annualità il progetto Unicef – Miur “Verso una Scuola Amica”. Il Progetto è finalizzato ad attivare prassi educative che traducano nel contesto scolastico le finalità e gli obiettivi dell’ art. 29 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (diritto all’educazione). Con l’emanazione del succitato articolo della Convenzione, i legislatori hanno inteso sottolineare il diritto individuale e soggettivo a un’educazione di qualità, incentrata sul bambino e sull’adolescenza, per costruire le capacità e le competenze utili ad affrontare la vita e a garantire il loro benessere. Il diritto all’educazione, così come espresso nella Convenzione, propone un approccio olistico all’educazione, per assicurare che le opportunità educative riflettano un equilibrio appropriato tra gli aspetti fisici, mentali ed emozionali dell’educazione e le dimensioni intellettuali, pratiche e sociali.
La proposta educativa relativa all’a.s 2015/16, elaborata di concerto tra la scrivente Direzione generale e l’Unicef, è in linea con le indicazioni emanate dal Miur per promuovere l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, l’educazione alla legalità e alla partecipazione quale parte integrante dell’apprendimento, come dimensione trasversale a tutti i saperi, nonché una premessa indispensabile a tutte le discipline di studio e a tutte le attività ad essa connesse.
In questi anni di adesione le scuole dell’ Istituto Comprensivo hanno portato avanti diversi percorsi ed iniziative che hanno consentito di ottenere il riconoscimento di “Scuola amica”.

Condividi